Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Tagliarsi è così bello: effetti calmanti dell'autolesionismo



Tagliarsi è così bello: effetti calmanti dell'autolesionismo




Neuroscienze - 03/09/10

La nozione che tagliarsi o bruciarsi possa alleviare lo stress emotivo è difficile da comprendere per molte persone, eppure è un'esperienza riportata con frequenza da coloro che si feriscono compulsivamente.

Tagliarsi riduce il dolore emotivo

Gli individui con disturbo borderline di personalità sperimentano emozioni intense e spesso mancano della capacità di regolarle e controllarle. In questo gruppo d'individui si ha la prevalenza di comportamenti di autolesionismo, che le aiutano a ridurre lo stress emotivo.

I ricercatori hanno studiato l'effetto di stimoli emotivi e stimoli dolorosi in persone con o senza disturbo borderline di personalità (DBP). Nell'esperimento sono state usate delle immagini per indurre emozioni positive, negative o neutre e stimoli termici per indurre dolore o percezione di tepore. La soglia di dolore è stata preventivamente misurata per ogni individuo, in modo che le stimolazioni fossero sufficienti ma non eccessive. I ricercatori hanno monitorato le reazioni in tempo reale del cervello dei soggetti, tramite tecniche di neuroimaging.

Nei soggetti con DBP, sonno state rilevate attivazioni accentuate del sistema limbico e dell'amigdala, in risposta a immagini che evocavano emozioni positive o negative, in accordo con i problemi riferiti di regolazione delle emozioni.

Tuttavia, la stimolazione termica inibiva l'attivazione dell'amigdala in questi pazienti e anche nei soggetti di controllo sani, quindi presumibilmente inibendo la reattività emotiva.

Gli autori dello studio sostengono che i dati risultanti sono in accordo con l'ipotesi che le stimolazioni dolorose danno sollievo allo stress emotivo perché, paradossalmente, inibiscono le aree cerebrali coinvolte nella gestione delle emozioni.

L'autolesionismo può quindi essere un modo, surrogato e disfunzionale, per aiutarsi a compensare un meccanismo di regolazione emotiva inefficiente.

Conclusione: il dolore fisico può attenuare quello emotivo.

Bibliografia

I. Niedtfeld, L. Schulze, P. Kirsch, S. C. Herpertz, M. Bohus and C. Schmahl. 2010. Affect Regulation and Pain in Borderline Personality Disorder: A Possible Link to the Understanding of Self-Injury. Biological Psychiatry.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni