Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
La cannabis provoca caos cognitivo nel cervello



La cannabis provoca caos cognitivo nel cervello




Neuroscienze - 30/10/11

L'uso di cannabis è associato a disturbi della concentrazione e della memoria. Una nuova ricerca all'Università di Bristol pubblicata nella rivista Journal of neuroscience ha trovato che l'attività cerebrale diventa scoordinata e imprecisa durante gli stati alterati di coscienza indotti da cannabinoidi, producendo menomazioni simili a quelli della schizofrenia.

L'attività del cervello può essere paragonata a quella di un'orchestra sinfonica dove archi, ottoni, fiati e percussioni procedono in sincronia, guidati dal direttore d'orchestra. Allo stesso modo, strutture cerebrali specifiche si sincronizzano le une con le altre su frequenze specifiche, dando origine alle onde cerebrali. Quest'attività organizzata è ciò che ci permette di elaborare normalmente le informazioni e dirigere il nostro comportamento.

I ricercatori hanno somministrato una droga simile alla cannabis a topi di laboratorio, registrando il funzionamento di centinaia di neuroni nel loro cervello per mezzo di tecnologie avanzate. Mentre l'effetto della marijuana sulle singole regioni del cervello era poco avvertibile, la droga interrompeva completamente l'attività coordinata delle onde cerebrali nell'intorno dell'ippocampo e della corteccia prefrontale, come se le due sezioni dell'orchestra stessero funzionando fuori sincronia. Entrambe queste strutture sono essenziali per la memoria e la presa delle decisioni, e profondamente coinvolte nella condizione patologica grave nota come schizofrenia.

In pratica, il risultato dello studio ha mostrato che in conseguenza a questo disaccoppiamento dell'ippocampo dalla corteccia prefrontale, i topi diventavano incapaci di prendere decisioni precise navigando in un labirinto.

Dice un autore: "L'abuso di marijuana è comune fra chi soffre di schizofrenia e studi recenti hanno mostrato che la cannabis può indurre alcuni sintomi della schizofrenia in soggetti sani. Queste ricerche sono importanti per capire la malattia psichiatrica, che potrebbe sorgere a causa di un cervello disorchestrato e che potrebbe essere trattata sincronizzando nuovamente la sua attività.

Bibliografia

M. T. Kucewicz, M. D. Tricklebank, R. Bogacz, M. W. Jones. 2011. Dysfunctional Prefrontal Cortical Network Activity and Interactions following Cannabinoid Receptor Activation. Journal of Neuroscience.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni