Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Perfezionismo controproducente anche per i professori di psicologia?, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - psicoterapia

Perfezionismo controproducente anche per i professori di psicologia?

psicoterapia - 14/02/11 - 11:32

"Sono troppo ossessionato." - "Fai un passo indietro." - "Lascia perdere." - "Non ne vale la pena."

Commenti di questo tipo da parte di colleghi o amici possono indicare una tendenza all'ossessività e al perfezionismo, ma di solito chi li ascolta non riesce a rendersi conto di avere un problema. E anche quando qualcuno ammette con riluttanza d'essere un perfezionista, ciò non intacca il luogo comune secondo cui il perfezionismo sarebbe un tratto positivo.

ImmagineMa dopo che un ricercatore ha deciso di mettere la lente d'ingrandimento su dei colleghi professori, sono stati trovati risultati contrari alla saggezza popolare. Il prof. S. Sherry ha studiato i professori di psicologia che lavorano nelle università nordamericane, valutando i loro tratti perfezionisti e mettendoli in relazione con la produttività. Dice Sherry: "Il perfezionismo può rappresentare una forma di sforzo controproducente che limita la produttività accademica e di ricerca dei professori di psicologia".

Dallo studio di un vasto campione composto da 1.258 professori di psicologia, il perfezionismo è emerso come correlato negativamente al numero di pubblicazioni, al numero di pubblicazioni come primo autore, al numero di citazioni e al fattore d'impatto nelle riviste.

L'interrogativo: "Il perfezionismo aiuta o rende più difficile il successo?" preoccupa da tempo i ricercatori, pochi altri argomenti di dibattito sono altrettanto controversi.

"Credo che il nostro studio abbia dato una risposta provocatoria a questa domanda."

Per lo studio sono stati scelti proprio i professori di psicologia perché la loro attività è sfaccettata e complessa. A loro è richiesto di essere flessibili e strategici, proprio le qualità che il perfezionismo inibisce.

È importante distinguere fra perfezionismo e coscienziosità. Quest'ultima equivale ad autodisciplina, orientamento verso gli obiettivi e focus sui risultati. Il perfezionismo, invece, è la rigida e incessante ricerca del raggiungimento di obiettivi poco realistici.

"Bisogna sapere quando è il momento di diventare adattivi perseguendo obiettivi molto elevati e quando invece è accettabile un risultato abbastanza buono. Il perfezionismo è eccessivo, la persona sente la compulsione a essere perfetto, ma questo raramente si traduce in un aumento di performance."

È interessante chiedersi cosa riesce a fare inciampare il perfezionista durante la sua ricerca del Sacro Graal. Il perfezionista ha bisogno di approvazione e ha paura di essere giudicato, perciò ogni critica susciterà una reazione forte.

"Eppure, come professore uno è continuamente sotto esame: degli studenti, dei colleghi e dei revisori degli articoli pubblicati" nota Sherry. "Per riuscire è necessario assumersi rischi, competere e a volte andare incontro a sconfitte".

Se un professore riceve una valutazione critica di un articolo o addirittura un rifiuto, può perdere molto tempo a rimuginare e recriminare. Ciò conduce a ulteriore immobilismo nonostante l'enorme pressione. La letteratura ha stabilito da tempo che il perfezionista va incontro a più stress, problemi di salute, disturbi psichici ed eventi di vita negativi.

"È tutto compreso nel pacchetto e il risultato finale è una minor produttività. L'individuo sembra non riuscire a regolarsi, è ossessivo e ciò è anche brutto da vedere."

Lo psicoterapeuta è messo a dura prova dai pazienti ossessivi, perché l'ossessivo vede la propria ossessività come una caratteristica utile, che lo aiuta e della quale non riesce a fare a meno.

L'immagine più bella di questo fenomeno ce l'ha data Paul Watzlawick, con la storia dell'uomo degli elefanti.

In un ospedale psichiatrico c'era un uomo che ogni 10 secondi batteva le mani. Interrogato, l'uomo risponde che gli serve per tenere lontano gli elefanti, dei quali ha paura. "Ma non ci sono elefanti in giro". "Certo, perché ci sono io a battere le mani di continuo! Lo vedi che funziona?" ribatte l'uomo.

In questi casi, ogni suggerimento diretto da parte del terapeuta di smettere l'ossessione suscita resistenza e viene rifiutato, perché il paziente lo interpreta come una minaccia alla sua tranquillità. Non a caso, le ossessioni-compulsioni sono classificate fra i disturbi d'ansia. Ogni rituale è per definizione ripetitivo, e le attività ripetitive rassicurano.

Un'altro tratto che accompagna l'ossessivo è la difficoltà a entrare in relazione con gli altri, che contribuisce a sua volta al conflitto e all'alienazione. Le persone molto perfezioniste sono sempre vulnerabili.

Il perfezionismo non è un male, finché tutto resta perfetto.

Bibliografia

S. B. Sherry, P. L. Hewitt, D. L. Sherry, G. L. Flett and A. R. Graham. 2010. Perfectionism dimensions and research productivity in psychology professors: Implications for understanding the (mal)adaptiveness of perfectionism. Canadian Journal of Behavioural Science/Revue canadienne des sciences du comportement.



Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it






Warning: file_put_contents(): Only 0 of 112 bytes written, possibly out of free disk space in /var/www/vhosts/giuseppesantonocito.it/httpdocs/prog/logger/log_access.php on line 18

Warning: Unknown: open(/tmp/sess_a8a1370bf71ef0e9173c131bc668873e, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct () in Unknown on line 0