Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Il linguaggio dell'amore: il modo in cui si parla predice il successo della relazione



Il linguaggio dell'amore: il modo in cui si parla predice il successo della relazione




Relazioni - 26/01/11

Sappiamo che le persone si sentono attratte, escono insieme e si sposano con chi mostra tratti somiglianti in termini di personalità, valori e aspetto fisico. Questi fattori sono però solo la superficie di ciò che fa funzionare una relazione. Un  nuovo studio mostra che le persone che parlano in modo simile sono più compatibili.

Lo studio si basa sull'analisi delle parole cosiddette funzionali, che non sono verbi e sostantivi, bensì parole che mostrano in quale relazione stanno verbi e sostantivi. Sono difficili da definire esplicitamente, eppure le usiamo tutti i giorni. Parole come: il, un, essere, tutto, quello, lui e e. Il modo in cui usiamo parole come queste rappresenta il nostro stile di parlare e scrivere, secondo J. Pennebaker, coautore dello studio.

"Le parole funzionali sono altamente sociali e richiedono abilità sociali per essere usate. Ad esempio, se sto parlando di un mio articolo che sta per essere pubblicato e in pochi minuti faccio alcuni riferimenti "all'articolo", tu e io sappiamo cosa significa. Ma qualcuno che non faceva parte della conversazione non lo capirebbe".

In un esperimento, coppie di studenti delle superiori sono state fatte incontrare in incontri tipo speed date e le loro conversazioni registrate. Gli argomenti erano quasi sempre gli stessi: "Che scuola fai?" – "Di dove sei?" – "Ti piace la tua scuola?" Ogni conversazione suonava quasi identica a un orecchio non addestrato, ma un'analisi del testo computerizzata ha rivelato forti differenze rispetto alla sincronizzazione del linguaggio. Le coppie i cui punteggi di sincronizzazione sono risultati superiori alla media hanno avuto una probabilità circa 4 volte maggiore di volersi incontrare ancora, rispetto a quelle in cui gli stili del linguaggio erano fuori passo.

Un secondo esperimento, condotto sulle conversazioni di tutti i giorni, ha mostrato lo stesso schema. Coppie di ragazzi che già stavano insieme sono state seguite per 10 giorni, registrando alcune loro conversazioni. Circa l'80% delle coppie con stili conversazionali compatibili stavano ancora insieme 3 mesi dopo, in confronto a circa il 54% di quelle meno compatibili.

Ciò che la gente dice è importante, ma il modo in cui lo dice può esserlo ancora di più. Le persone non sincronizzano consapevolmente il loro modo di parlare. Dice Pennebaker: "La cosa stupefacente è che non si tratta di decisioni: viene fuori da sé dalla bocca".

Bibliografia

M. E. Ireland, R. B. Slatcher, P. W. Eastwick, L. E. Scissors, E. J. Finkel, J. W. Pennebaker. 2010. Language Style Matching Predicts Relationship Initiation and Stability. Psychological Science.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 14/08/18
Video 28/06/18
Media 07/03/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni