Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Lo svantaggio di essere un nerd: il costo sociale del successo scolastico



Lo svantaggio di essere un nerd: il costo sociale del successo scolastico




Scuola e istruzione - 23/11/10

Gli adolescenti afroamericani e nativi americani che vanno bene a scuola soffrirebbero una penalizzazione da nerd (*) maggiore dei bianchi, degli asiatici e degli ispanici, secondo un nuovo studio.

L'analisi è stata condotta su un campione di più di 13.000 adolescenti americani, provenienti da più di 100 scuole di tutto il paese e tenendo conto delle differenze di status socio-economico delle famiglie, della struttura familiare e del livello, tipo, dimensione e grado di sicurezza delle scuole studiate.

Per valutare l'accettazione sociale sono stati chiesti a studenti delle medie e superiori:
Puntoquanto si sentissero accettati dai loro compagni;
Puntoquanto spesso nella scorsa settimana altri studenti si fossero mostrati non amichevoli nei loro confronti;
Puntoquanto spesso sentissero che i compagni li disprezzassero;
Puntoquanto spesso si sentissero soli.

Come indicatore di successo scolastico è stata utilizzata la media dei voti dello studente, confrontandola con il livello di accettazione percepito nel corso di un anno.

Sono state trovate differenze considerevoli fra i vari gruppi etnici. Per i bianchi, la relazione fra media dei voti e accettazione sociale era fortemente positiva nel tempo: a voti migliori corrispondeva un livello di accettazione percepito più alto, ed era meno probabile che si sentissero soli o trattati in modo ostile dagli altri.

Per gli studenti neri e nativi americani, invece, la relazione fra media dei voti e accettazione era negativa: più alta la media, più solitari gli studenti si sentivano e più percepivano gli altri come ostili e non amichevoli.

Gli ispanici hanno mostrato uno schema simile a quello di bianchi e asiatici, però con differenze significative fra messicani, cubani, portoricani e centroamericani/sudamericani. I messicani seguivano uno schema simile a quello dei neri, specie nelle scuole con medie di performance più alte, situate in quartieri dove i messicani erano in minoranza rispetto al resto del vicinato.

Scrive l'autore: "Lo studio non ha identificato cause per queste differenze, ma suggerisce in modo convincente che le dinamiche intrascolastiche etniche e razziali influenzino in modo importante la vita degli studenti, e non dovrebbero essere sottovalutate. Infatti, queste dinamiche potrebbero stare proprio alla base delle differenze di performance raggiunte dagli studenti, a seconda del loro gruppo etnico d'appartenenza".

Bibliografia

T. E. Fuller-Rowell & S. N. Doan. 2010. The Social Costs of Academic Success Across Ethnic Groups. Child Development.





(*) Il sostantivo "nerd" si riferisce al giovane (o non più così giovane) che va bene a scuola ma che ha ridotte capacità di socializzazione. L'aspetto esteriore e il modo di vestire sono di solito quelli di persone più in là con gli anni ed è poco interessato ai rapporti sociali e all'attività sportiva. Può essere approssimativamente tradotto con "secchione".

In una scherzosa classificazione disponibile in internet, ecco come gli studenti americani dividerebbero loro stessi a seconda di chi possiede o meno abilità sociali e tecniche:

 Abilità
tecniche
Abilità
sociali
Geek
NormieNo
NerdNo
DorkNoNo

Il nerd è già stato definito. Il geek è un appassionato di tecnologie che però dispone anche di abilità sociali. Il normie sta a indicare la persona normale, ordinaria, che ha abilità sociali ma non tecniche. Infine, il dork è colui che non possiede né le une né le altre.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 14/08/18
Video 28/06/18
Media 07/03/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni