Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Intelligenza collettiva: le donne fanno aumentare la capacità di problem-solving del gruppo



Intelligenza collettiva: le donne fanno aumentare la capacità di problem-solving del gruppo




Generale - 04/10/10

Quando si tratta d'intelligenza, l'intero può essere superiore alla somma delle parti. Un nuovo studio documenta l'esistenza di un'intelligenza collettiva nei gruppi, mostrando che essa si estende oltre le abilità cognitive dei singoli individui, e che la tendenza a collaborare con efficacia è legata al numero di donne presenti nel gruppo.

Molti studiosi di scienze sociali affermano da tempo che l'abilità dell'individuo a cavarsela bene in compiti cognitivi di vario tipo dimostra l'esistenza, nella persona, di un livello misurabile d'intelligenza.

In uno studio pubblicato pochi giorni fa, sull'autorevole rivista Science, i ricercatori hanno applicato lo stesso principio a piccoli gruppi di persone. La scoperta è stata che i gruppi dotati delle dinamiche interne appropriate riuscivano meglio in un'ampia gamma di compiti. Un risultato potenzialmente importante, per il mondo del lavoro e delle altre organizzazioni.

Gli scienziati hanno sottoposto a test l'ipotesi che i gruppi, come gli individui, possiedano un'abilità misurabile e attendibile nello svolgere vari tipi di compiti. L'ipotesi è stata confermata, mostrando che esiste un'abilità collettiva generale, in grado di predire la performance di un gruppo in molte situazioni.

I compiti dell'esperimento andavano dalla ricomposizione di puzzle alla negoziazione, al brainstorming, ai giochi e a compiti basati sul seguire delle regole complesse. I ricercatori hanno concluso che l'intelligenza collettiva è in grado di spiegare il 40% delle variazioni di performance per compiti di questo tipo.

La performance nei gruppi non è legata primariamente alle abilità individuali dei singoli membri. Ad esempio, il quoziente intellettivo medio e massimo individuale dei membri non predice in maniera significativa la performance globale del gruppo. Tuttavia, un singolo individuo molto intelligente può essere in grado di battere un intero gruppo di persone, in certi tipi di compiti.

Quest'intelligenza collettiva dipende da quanto bene il gruppo lavora insieme. Per esempio, nei gruppi in cui i membri hanno un alto livello di sensibilità sociale, l'intelligenza collettiva è più alta. La sensibilità sociale riguarda la capacità di percepire le emozioni altrui. Al contrario, i gruppi dominati da un unico individuo, sono collettivamente meno intelligenti dei gruppi dove i turni di conversazione sono distribuiti con più equità.

I ricercatori hanno poi rilevato che i gruppi contenenti più donne mostrano una sensibilità sociale più alta, e di conseguenza un'intelligenza collettiva più alta, rispetto ai gruppi con meno donne. È stato solo analizzando i dati, che gli studiosi si sono accorti con sorpresa di questo fenomeno, affermando di voler continuare le ricerche in questa direzione.

Conclusione: tante persone intelligenti non necessariamente rendono intelligente il gruppo.

Bibliografia

A. W. Woolley, C. F. Chabris, A. Pentland, N. Hashmi, and T. W. Malone. 2010. Evidence for a Collective Intelligence Factor in the Performance of Human Groups. Science.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni