Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
I disturbi alimentari



I disturbi alimentari




L'ossessione per il peso I disturbi alimentari sono patologie in rapida evoluzione, che si modificano di pari passo all'evoluzione degli individui e della società. Per tale motivo, ogni modello d'intervento terapeutico che li riguardi deve adattarsi e aggiornarsi costantemente, allo scopo di mantenere intatta la propria efficacia (Milanese, 2004).

Il legame fra incidenza del disturbo nervoso e società è noto da tempo. Ai tempi di Freud, ad esempio, esisteva la cosiddetta nevrosi isterica, che colpiva in prevalenza le donne. Nella Mitteleuropa di fine '800, la vita della donna era soggetta a restrizioni notevoli, e l'alta incidenza di quella malattia poteva essere spiegata come mezzo socialmente accettabile per esprimere stati emotivi intensi, in modo impressionante.

Nell'Occidente moderno, le versioni più plateali di questo disturbo sono ormai scomparse. È pensabile che molti casi di presunta possessione demoniaca o i fenomeni delle donne "tarantolate", nel nostro Meridione, fossero riconducibili a forme isteria. Infatti, guarda caso, oggi assistiamo a manifestazioni d'isterismo proprio nelle culture dove perdurano forti restrizioni di tipo sociale o religioso, o superstizione diffusa.

Un punto comune a tutti i disturbi alimentari è la bassa qualità della vita relazionale e sessuale della persona, che risulta diminuita, appiattita o addirittura inesistente. Tutti questi disturbi implicano, inoltre, un basso livello di autostima.

Leggi gli articoli dedicati ai disturbi alimentari:

Punto
Punto

(leggi anche gli altri articoli)
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni