Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
L'interpretazione dei sogni, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - generale

L'interpretazione dei sogni

generale - 26/02/09 - 10:11

La richiesta d'interpretazione di un sogno è una di quelle che più frequentemente viene rivolta allo psicologo. Ma ciò che non è risaputo è che solo una particolare categoria di psicologi, ossia gli psicoanalisti, s'interessano del significato che i sogni potrebbero avere.

Come si dice, il condizionale è d'obbligo, perché l'attendibilità dell'interpretazione di qualsiasi sogno non è mai stata dimostrata. E d'altra parte, come potrebbe? Se si prendono dieci interpretazioni indipendenti di uno stesso sogno, è quasi certo che sarà difficile trovarne anche solamente due uguali.

Il sogno è troppo gravato dall'incertezza e dalla casualità dei suoi elementi per poter essere preso come elemento stabile e affidabile. La pretesa di un inconscio che agirebbe secondo leggi precise producendo risultati imprecisi, dai quali risalire in modo preciso alle cause originali non è, purtroppo, né valida né attendibile.

Altro discorso è invece il valore terapeutico di un sogno. Il solo fatto di parlare con qualcuno del nostro sogno, costruendone insieme un significato - perché di costruzione si tratta - può essere terapeutico, esattamente come la lettura di un libro o la visione di un film. Ma sempre tenendo presente che è un racconto, una storia alla quale ciascuno è libero di dare il senso che preferisce.

Del resto è proprio questa la principale differenza fra le terapie di stampo psicoanalitico/psicodinamico e gli orientamenti terapeutici costruttivisti più recenti: da un lato si postula una realtà assoluta e immutabile che deve essere interpretata, dall'altro il costruttivista afferma che non esiste un'unica realtà psicologica, ma tante realtà quanti sono gli individui. E che se una certa realtà è disfunzionale e fa soffrire, se ne può costruire un'altra più utile e funzionale.

 anonimo - 26/02/09 - 11:47n. 1 

Buongiorno dottore,
non sono riuscita a capire bene nell'ultimo punto.."da un lato si postula una realtà assoluta e immutabile che deve essere interpretata".Intende che per forza l'interpretazione è utile perché dà una risposta alla realtà?
Questa frase me la dice in altre parole anche se ho capito che si riferisce nella psicoanalisi?ma anche la psicoanalisi stessa afferma che "esiste un'unica realtà psicologica, ma tante realtà quanti sono gli individui" ,?e per forza come dice lei "assoluta"nella psicoanalisi?
E poi  il costruttivista sarebbe colui che usa le terapie di tipo dinamico,quelle di tipo breve strategico che usa pure lei?moira


 anonimo - 26/02/09 - 12:03n. 2 

nell'ottava riga ho dimenticato "non"davanti ad "esiste..."
E quando dice che "ciascuno è libero di dare il senso che preferisce"si riferisce al soggetto  e non allo psicoterapeuta?ma se è un valore terapeutico l'interpretazione di un sogno,perchè allo stesso tempo non è importante,oltre a costruirne un significato,sapere o capire il senso se può essere utile.Non aiuta in fondo a comprendere o ad essere aconoscenza anche in parte di un desiderio,di una paura ...della realtà del soggetto?


 Giuseppe Santonocito - 26/02/09 - 12:15n. 3 

Buongiorno Moira
Intendo dire che l'interpretazione potrebbe essere utile quando aiuta a riflettere su ciò che ci accade. Ma si tratta di una costruzione, di un'elaborazione che usa il sogno come punto di partenza, non di arrivo.

Mentre la psicoanalisi ritiene che il sogno sia espressione di qualcosa che già esiste dentro di noi, il costruttivista asserisce che esso potrebbe eventualmente solo essere uno spunto, un elemento per aiutarci a riflettere. Questo in teoria, però, perché le terapie di tipo costruttivista non usano generalmente i sogni nel lavoro con il paziente.

Nella frase "esiste un'unica realtà psicologica" ci sono diversi problemi. Ad esempio, quale sarebbe quest'unica "realtà psicologica"?

Il costruttivista è colui che ritiene che la personale visione del mondo dell'individuo sia molto più importante di qualunque generalizzazione - almeno ai fini terapeutici.

Il termine "dinamico" è pressoché sinonimo di "psicoanalitico".

 Giuseppe Santonocito - 26/02/09 - 12:26n. 4 

Riguardo al suo secondo commento.
Mettiamola in modo ancora più semplice. Supponiamo che io sia in grado di offrirle una lettura dei fondi di caffè, e che riuscissi a farla riflettere sul significato profondo di quella particolare forma che il fondo ha assunto: lei penserebbe che la forma del fondo sia davvero un'espressione di ciò che accade dentro di lei, oppure penserebbe semplicemente che le parole che le ho detto erano interessanti?

Un altro esempio.
Lei legge un libro che la fa molto riflettere. È convinta che l'autore abbia scritto quel libro pensando a lei specificamente, oppure pensa solo che l'autore abbia toccato dei temi nei quali anche lei è coinvolta?

Il fatto che un sogno sia nostro, non necessariamente implica che abbia un significato riferito a noi. Anche se, come esseri umani dotati di egocentrismo, amiamo tanto pensarlo.

Detto ancor più chiaramente: le cose non devono per forza significare qualcos'altro, e quindi siamo liberi di farle significare ciò che ci è più utile.

Piuttosto, è opportuno non cadere nella trappola di credere che il significato delle cose sia unico e immutabile.

 anonimo - 26/02/09 - 13:44n. 5 

La ringrazio,ora mi è chiara la differenza che ha fatto sul valore terapeutico del sogno da parte delle diverse categorie di psicoanalisti e quindi dei vari e diversi metodi,dei vecchi contro i nuovi usati nella psicoterapia.Avevo fatto un pò di confusione,non leggendo con attenzione.Non sono mai stata come ora però così curiosa ad una interpretazione dei sogni in psicoanalisi,è molto interessante!Grazie per gli esempi che mi ha fatto e sono daccordo comunque anche alle sue ultime 2 righe,penso che è davvero importante ciò.

 anonimo - 26/02/09 - 14:03n. 6 

Nelle terapie di tipo costruttivista parlando di un incubo ad esempio,qualora ne prenderebbero un eventuale e solo  spunto,un elemento come dice per aiutarci a riflettere,cioè può valere la stessa cosa del sogno?comprende anche questi tipi di sogni?

 Giuseppe Santonocito - 26/02/09 - 14:37n. 7 

Cara Moira
Come le ho detto poco fa, nelle terapie costruttiviste generalmente non si usano i sogni.


Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it