Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Sull'efficacia della psicoterapia - Parte Ia, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - psicoterapia

Sull'efficacia della psicoterapia - Parte Ia

psicoterapia - 19/12/08 - 16:09

Una paziente al terzo mese di terapia riferisce:

"Da quando ho iniziato questo percorso mi sento decisamente diversa, meno titubante, più decisa. Sto rimettendo in gioco tutta la mia vita, compresa quella sentimentale. Ne ho parlato con la psicologa che mi ha detto che ciò è assolutamente normale. In questo periodo sto riprendendo coscienza del mio valore, sto rivalutando me stessa e questo può portare a una presa di coscienza anche con le persone che mi stanno accanto.

Ma è davvero possibile che queste sedute possano creare così tanto subbuglio, perfino nelle cose che fino ad oggi sentivo piuttosto programmate?"

Un altro paziente, alla quarta seduta:

"Sa, dottore, le cose che lei mi dice qui poi mi ritornano in mente durante la giornata, quando sono al lavoro e soprattutto quando mi trovo a dover aver a che fare con la mia ex moglie. Questa donna prima aveva il controllo totale delle mie reazioni, bastava un niente e scattavo... Adesso invece riesco a reagire in modo molto più tranquillo, costruttivo... Stiamo persino riuscendo ad andare d'accordo! E anche nostra figlia è contenta".

Non sono rare le testimonianze delle persone che, pur esprimendo subito dopo anche le perplessità e i dubbi che appaiono sul percorso di chi sta appena iniziando ad assaporare l'effetto del cambiamento sulla propria pelle, trasmettono al tempo stesso l'entusiasmo e la sensazione di aspettativa che, se ho fatto questo, allora posso fare anche altro.

In breve, una sensazione di maggior libertà e maggior possibilità di scelta nelle cose della vita.

È chiaro che le parole non potranno mai rendere del tutto ragione di resoconti come questi, altamente soggettivi e personali. Potrebbero persino suscitare un po' d'imbarazzo in chi li legge. Tuttavia, se potessimo definire in una parola ciò che una buona psicoterapia ha da offrire, potremmo dire che consiste nel dare la possibilità di diventare degli individui nel senso pieno del termine. Non si tratta solo di eliminare una fobia, di sanare una relazione o di curare un disturbo dell'alimentazione. È l'atteggiamento nei confronti della vita che, quando la terapia ha successo, ne esce trasformato.

Per questo, un'importante distinzione che è opportuno tener presente è fra cambiamento di 1° tipo e cambiamento di 2° tipo, o generativo. Risolvere un problema specifico - ad esempio, una fobia - di per sé costituisce un cambiamento di 1° tipo. Ossia, posso smettere di aver paura dei serpenti, ma restare una persona paurosa. Oppure, riuscire a lasciare il marito che mi picchia e abusa di me, ma trovarmene "casualmente" uno identico poco tempo dopo.

Quando invece si riesce a modificare l'atteggiamento generale della persona che determina il rapporto che essa ha non solo con quell'oggetto pauroso o quel marito, ma nei confronti del pericolo in generale o nei confronti di se stessi, è come se si cambiasse una regola che dice: "Il mondo è pericoloso" in: "Il mondo è abbastanza sicuro", oppure da: "Io non valgo niente" a: "Io ho un valore come minimo uguale a quello di ogni altro essere umano e quindi merito una persona che mi rispetti". Per questo si parla di cambiamento generativo, perché l'acquisizione del nuovo punto di vista permette di generalizzare la propria relazione con tutta la classe di situazioni simili a quella che inizialmente era problematica.

Nel concepire il famoso Mito della caverna, dove l'uomo che aveva vissuto da sempre incatenato si libera, rendendosi conto di quanti aspetti della realtà e della percezione gli erano stati preclusi fino a quel momento, Platone aveva certamente in mente tutto ciò. L'argomento è poi stato ripreso più volte dalla finzione cinematografica, anche in modo controverso, come ad esempio in Arancia Meccanica, Fight Club e, più di recente, The Matrix.

(articolo disponibile anche su Medicitalia.it)


Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it