Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
L'ultimo trucco in fatto di efficienza: fare figli



L'ultimo trucco in fatto di efficienza: fare figli




Famiglia - 12/10/16

Racconta l'autrice di quest'articolo, che intorno ai 20-30 anni credeva di essere una macchina d'efficienza. Si alzava presto al mattino, lavorava per lunghe giornate e faceva spesso colazione e drink serali con i colleghi. Scriveva un sacco di articoli. Poi la sorella le disse: "Aspetta quando avrai dei figli. Allora sì che sarai davvero produttiva".

Fare figli per guadagnare efficienza

Lei sul momento non le credette. La sua vita era già piena zeppa d'impegni, prolifica, social. Come avrebbero fatto, dei figli, a renderla ancora più prolifica? Semmai sarebbero stati un impedimento.

Dopo 15 anni ha cambiato idea. Ora ha due bambine e scrive di più, anche se lavora meno giorni, barcamenandosi fra feste di compleanno, allenamenti di calcio, faccende domestiche e molto altro.

La ricerca suggerisce che non è la sola. Uno studio (inglese) della Federal Reserve Bank di St Louis suggerisce che su un arco di carriera trentennale, le donne con figli sorpassano quelle senza figli in tutte le fasi del gioco. Come spiega Olga Khazan (inglese), lo studio voleva verificare se i genitori, specialmente le madri, fossero meno produttive dei loro colleghi senza prole.

Misurare la produttività però è difficile. Come si fa a calcolare la resa di un chirurgo, un ingegnere o un manager? E come si calcola la produttività nel tempo?

I ricercatori si sono quindi rivolti alle università. Hanno conteggiato il numero di ricerche pubblicate di circa 10.000 economisti, tenendo conto anche di misure come il livello delle riviste nelle quali i professori avevano pubblicato. Hanno chiesto agli economisti quanti figli avevano, quando erano nati, il loro stato civile e messo tutto insieme, senza dimenticare il ritardo che può passare dal momento della conclusione del lavoro fino alla sua effettiva pubblicazione.

Il risultato è stato che in ogni dato periodo di tempo le donne con figli sono più produttive di quelle senza figli.

I figli, così sembra, sono il trucco decisivo in fatto di produttività.

Ciò si è dimostrato vero malgrado il calo di produttività che gioco forza ogni madre sperimenta subito dopo l'arrivo del figlio. Il recupero che avviene dopo i primi mesi, però, riesce non solo a compensare, ma a eccedere largamente il calo iniziale.

Come si può spiegare tutto ciò?

Il motivo di tale eccezionale performance sembra essere il continuo multitasking a cui la madre è sottoposta nel crescere i figli; avere tante cose da fare la tiene in allenamento, per così dire, e la rende capace di fare molto di più anche nel lavoro.

Certo, il tipo di occupazione studiata - professori di economia - non può essere considerata tipica. Si tratta di persone di cultura, molte delle quali hanno avuto figli in modo pianificato. Hanno avuto benefici di cui molte altre madri non hanno potuto godere, come ad esempio risorse economiche per far fronte al periodo di maternità. È più facile lavorare quando si sa che qualcun altro si sta prendendo cura di tuo figlio, un tipo di sicurezza che milioni di altre madri non hanno.

Anche la motivazione di chi decide in anticipo di avere figli potrebbe giocare un ruolo. Del tipo: "So che quando sarò madre tutto diventerà più difficile. Quindi se voglio diventarlo, dovrò mettercela tutta e rendere ancora di più". E quindi, in un certo senso, potrebbe decidere di avere figli solo chi riconosce di poterselo permettere, o per dirla in altre parole, le madri con figli sono le più combattive già da prima.

Purtroppo, il problema è che il mondo del lavoro sembra non riuscire ad accorgersene. È noto che i datori di lavoro considerano sovente la maternità una discriminante al momento dell'assunzione, anche se in teoria non dovrebbero. E poi molte aziende non si occupano più di tanto dei periodi difficili che il lavoratore attraversa, maternità compresa, e gli impieghi durano spesso troppo poco affinché si possa creare un reale rapporto di fiducia. Ciò è un peccato, perché le aziende possono ricavare benefici dal supportare i propri dipendenti e le loro famiglie, facendo sì che egli voglia restarci.

In ogni caso la sorella dell'autrice dell'articolo da cui questo brano è tratto ora di figli ne ha quattro, l'autrice due ed entrambe sono troppo stanche alla sera per decidere chi delle due è più efficiente. Ma entrambe sono convinte di esserlo molto più dei rispettivi periodi senza pargoli.

Bibliografia

Jenny Anderson, 2016. The ultimate efficiency hack: Have kids. Quartz online.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni