Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Impara mentre dormi: ritenzione massima dormendo subito dopo aver studiato



Impara mentre dormi: ritenzione massima dormendo subito dopo aver studiato




Generale - 30/03/12

Sonnecchiare in classe potrebbe non essere una cattiva idea, dopotutto. Una nuova ricerca pubblicata questo mese su PLoS ONE conferma ciò che già gli studiosi sapevano: addormentarsi subito dopo aver studiato è molto benefico per il ricordo.

La dottoressa Jessica Payne, psicologa, ha studiato 207 studenti che dormivano abitualmente almeno 6 ore per notte, dividendoli a caso in gruppi. I gruppi dovevano memorizzare alcune associazioni fra parole correlate o non correlate, alle 9 di mattina o alle 9 della sera. Poi dovevano ritornare a farsi esaminare dopo 30 minuti, 12 ore oppure 24 dopo ore.

Dopo il test a 12 ore di distanza dal sonno, il richiamo di memoria è risultato massimo se successivo a una notte di sonno, rispetto ad aver fatto trascorrere nell'intermezzo una giornata da svegli. Tuttavia, la differenza di performance è stata rilevata solo nel caso di memorizzazione di coppie di parole non correlate. In altre parole, non è stata registrata alcuna differenza veglia-sonno nel caso di coppie di parole correlate.

Dopo il test a 24 ore di distanza, il richiamo è stato superiore nei soggetti che si erano addormentati subito dopo la memorizzazione, sia che avessero memorizzato item correlati o non correlati.

"Il nostro studio conferma che dormire subito dopo aver imparato qualcosa ne favorisce il ricordo. La novità è consistita nell'aver indagato sulle differenze di apprendimento di item correlati e non correlati" dice l'autrice. "Dato che abbiamo scoperto che in entrambi i casi dormire subito dopo lo studio è vantaggioso, potrebbe essere una buona idea ripetere le informazioni che abbiamo bisogno di ricordare subito prima di addormentarsi."

Bibliografia

J. D. Payne, M. A. Tucker, J. M. Ellenbogen, E. J. Wamsley, M. P. Walker, D. L. Schacter, R. Stickgold. 2012. Memory for Semantically Related and Unrelated Declarative Information: The Benefit of Sleep, the Cost of Wake. PLoS ONE.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni