Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
La paura della morte fa credere nel Progetto Intelligente e rifiutare l'evoluzione, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - evoluzione

La paura della morte fa credere nel Progetto Intelligente e rifiutare l'evoluzione

evoluzione - 02/04/11 - 18:59

Ricercatori alla University of British Columbia e dello Union College (Schenectady, New York) trovano che la paura della morte influenza le persone facendo loro credere più nel cosiddetto Progetto Intelligente e meno nelle teorie evoluzioniste.

L'ansia esistenziale fa inoltre preferire Michael Behe, principale proponente del Progetto Intelligente, e provare antipatia per Richard Dawkins, biologo evoluzionista e principale sostenitore delle teorie darwiniane.

Il termine Progetto Intelligente si riferisce all'ipotesi che la vita non abbia preso origine a causa di condizioni climatico-chimiche fortuite, come vuole il darwinismo, ma sia stata introdotta di proposito sulla terra da un essere intelligente, che i credenti identificano con Dio.

Lo studio è stato pubblicato il 30 marzo sulla rivista PloS ONE ed è il primo ad analizzare le motivazioni implicite sottostanti a uno dei più accalorati dibattiti attuali nel nord America. Malgrado il consenso verso il Progetto Intelligente sia in larga parte non scientifico, il 25% degli insegnanti di biologia delle superiori negli USA dedica del tempo per spiegarlo agli studenti nelle lezioni. In Canada, addirittura, nel 2009 la provincia dell'Alberta ha introdotto una legge che permette ai genitori di esonerare i figli dal frequentare le materie che riguardano l'evoluzione.

Il biologo evoluzionista britannico Richard Dawkins, come la maggior parte degli scienziati, sostiene che l'origine della vita sia spiegabile attraverso la teoria di Charles Darwin della selezione naturale. Tuttavia i sostenitori del Progetto Intelligente come il Prof. Behe, biochimico americano, credono che le strutture biochimiche e cellulari siano troppo complesse per essere spiegate da meccanismi evoluzionisti e dovrebbero pertanto essere attribuite a un creatore soprannaturale.

"I nostri risultati mostrano che quando veniamo messi di fronte a problemi esistenziali, rispondiamo cercando uno scopo e un significato alla vita" dice uno degli autori. "Per molti l'evoluzionismo non offre risposte rassicuranti a queste importanti domande".

La ricerca ha coinvolto 1.674 partecipanti americani e canadesi, appartenenti a varie fasce d'età e con differenti retroterra socioeconomici, d'istruzione e religiosi.

In un esperimento ai partecipanti è stato chiesto d'immaginare il momento della propria morte e poi di scrivere i pensieri e le sensazioni che ne ricevevano. A un gruppo di controllo è stato invece chiesto di pensare al dolore dentale e poi di scriverne.

I soggetti hanno poi letto due brani dallo stile simile, entrambi composti da 174 parole, uno di Behe e l'altro di Dawkins, dove non si faceva riferimento alla religione ma si esponevano le rispettive posizioni.

Dopo aver compiuto questi passi i partecipanti che avevano immaginato la propria morte hanno mostrato più supporto verso la teoria del Progetto Intelligente e maggior gradimento per Behe, mentre chi aveva immaginato il mal di denti ha manifestato più supporto verso la teoria evoluzionista e più gradimento per Dawkins.

I ricercatori hanno osservato un effetto opposto in un altro esperimento, che conteneva una condizione aggiuntiva. Dopo aver letto Behe o Dawkins, è stata richiesta anche la lettura di un brano di Carl Sagan, cosmologo e scrittore scientifico. Sagan sostiene in quel brano che anche il naturalismo, ovvero l'approccio scientifico a cui si rifà l'evoluzione ma non il Progetto Intelligente, può fornire significato alla vita. Per tutta risposta i partecipanti hanno mostrato meno supporto per il Progetto Intelligente e più supporto per l'evoluzionismo, dopo aver riflettuto sulla propria morte.

Dicono gli autori: "Questi risultati suggeriscono che gli individui possono vedere l'evoluzione come una risposta che dà senso alle loro domande esistenziali, ma si deve insegnar loro esplicitamente che avere un approccio naturalistico alla vita può essere molto significativo".

In un altro esperimento rivolto interamente a studenti di scienze naturali laureati e non, dopo aver pensato alla morte è stato espresso più supporto verso l'evoluzione e più gradimento per Dawkins.

I ricercatori sostengono che questo potrebbe essere un modo per incoraggiare gli studenti ad accettare l'evoluzione e respingere il Progetto Intelligente.

"Agli studenti di scienze naturali viene insegnato a considerare l'evoluzionismo compatibile con il desiderio di trovare un significato alla vita", dicono gli autori. "Presumibilmente, essi riescono a trarre già da soli un qualche significato esistenziale dall'evoluzione".

Bibliografia:

J. L. Tracy, J. Hart, J. P. Martens. 2011. Death and Science: The Existential Underpinnings of Belief in Intelligent Design and Discomfort with Evolution. PLoS ONE.



Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it






Warning: file_put_contents(): Only 0 of 112 bytes written, possibly out of free disk space in /var/www/vhosts/giuseppesantonocito.it/httpdocs/prog/logger/log_access.php on line 18

Warning: Unknown: open(/tmp/sess_25d978415ecd7c656a7d23688166bbbb, O_RDWR) failed: No space left on device (28) in Unknown on line 0

Warning: Unknown: Failed to write session data (files). Please verify that the current setting of session.save_path is correct () in Unknown on line 0