Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Le donne sono i migliori amici



Le donne sono i migliori amici




Relazioni - 27/03/11

Uno studio sociologico all'Università di Manchester, durato 4 anni, ha stabilito che le donne sono molto più brave degli uomini a intrattenere amicizie profonde e durevoli.

L'indagine ha rivelato che gli uomini sono più volubili e calcolatori quando si tratta di scegliere di chi diventare amici.

Le donne, invece, mantengono l'amicizia sia nei buoni momenti che in quelli cattivi.

Come se questo non bastasse a intaccare il prestigio maschile, lo studio conferma che gli uomini basano le loro amicizie sul bere socialmente.

Delle 10.000 persone che hanno preso parte allo studio fra il 1992 e il 2002, le donne hanno rivelato una probabilità maggiore di mantenere gli stessi amici.

Le persone single, quelle anziane e gli impiegati sono pure brave in fatto di amicizia.

Le persone di classe media hanno reti d'amicizia più vaste, mentre le classi lavoratrici tendono a fare amicizia con persone appartenenti alla loro classe.

Gli autori affermano che i risultati ottenuti sulle amicizie femminili sono doppiamente significativi, perché mostrano che tendiamo molto di più a socializzare con le persone dello stesso sesso: il 75% di coloro classificati come "migliori amici" erano infatti dello stesso sesso.

"Le amicizie fra donne sembrano profondamente diverse da quelle fra uomini" dice il leader dello studio. "Sono più profonde e più basate sul senso morale, sono fini a se stesse e non dipendono da cosa si può ricavare dall'amicizia. Le donne tendono a mantenere le amicizie attraverso le buone e cattive vicende della vita e indipendentemente dalla localizzazione geografica o dalla mobilità sociale. Inoltre, le donne vedono l'amicizia come un modo per esprimere se stesse e formare la propria identità. Gli uomini, d'altro canto, sono più volubili nelle loro relazioni e sembrano più propensi a pensare: 'E io cosa ci guadagno?'".

Aggiunge inoltre: "I nostri risultati indicano che l'amicizia non è una questione di scelta. Abbiamo contatti con conoscenti, parenti, vicini di casa e colleghi di lavoro con i quali non faremo mai amicizia".

Bibliografia

G. Tampubolon et al. 2007. Women Are Best At Being Buddies. University of Manchester.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni