Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Formazione, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - formazione

Formazione

formazione - 01/03/08 - 15:00

Questo spazio è dedicato ai commenti sulla formazione in ambito aziendale, professionale e di sviluppo personale.

Vedere anche gli articoli:

La formazione in azienda
Formazione e aggiornamento professionale di programmatori informatici.

 anonimo - 13/06/08 - 12:38n. 1 

Avrei qualche critica sulla retribuzione degli informatici professionisti da voi definiti "programmatori". E' vero che siamo pagati una miseria (800 euro al mese se tutto va bene) ma è anche vero che le aziende pagano moltissimo un programmatore anche 7000 euro al mese, la differenza va a chi fa intermediazione:
- persone senza titolo di studio.
- nessuna capacità  (tecnica o nel campo della comunicazione).
- semplicemente sono figli di gente importante magari che siede nel consiglio di amministrazione di banche ecc.

Il body-rental selvaggio è il cancro di questo settore.


 Giuseppe Santonocito - 13/06/08 - 14:59n. 2 

Ciao Paolo
Le osservazioni che fai sono in principio giuste. Lascia tuttavia che vi aggiunga anche il mio punto di vista.

800 euro al mese sono molto pochi. In realtà mi risulta che attualmente lo stipendio medio di un programmatore non scenda a a tanto, per fortuna. Ho amici che guadagnano intorno ai 1500-2000 euro, che certo non è tanto ma nemmeno pochissimo. E questo come contratto per lavoratore dipendente.

D'altra parte 7000 euro/mese mi sembrano un po' troppi, anche per il body rental. Non escludo che queste cifre siano verosimili, in certi ambienti e per certe posizioni. Ma con i chiari di luna attuali, come si dice... non so quante e quali aziende siano disposte a spendere tanto, specie con l'abbondanza di programmatori oltreoceano che ci sono oggi: conosco imprenditori che ormai usano solo programmatori russi, indiani e cinesi. Trovati online e che lavorano a casa loro, nel loro paese d'origine. Pensi davvero che un programmatore indiano possa costare 7000 euro/mese?

Il body rental selvaggio, come dici tu, è certamente una piaga. Un intermediario dovrebbe avere ricarichi percentuali sulla retribuzione del lavoratore, non a multipli. Ma anche così il body rental come lo conosciamo oggi è destinato a tramontare, a mio parere, vedi paragrafo precedente: chiunque oggi può andare in rete e cercarsi su Google: "programmers wanted", nel mondo.

E in ogni caso se fenomeni come il body rental selvaggio hanno potuto prosperare proprio in questo settore, ciò non è altro che una conferma di quanto esposto nell'articolo: il programmatore medio è stato generalmente poco abile ad autopromuoversi. Speriamo che con il mercato globale ciò possa cambiare.

Un'ultima precisazione: non so se il senso della tua osservazione iniziale era questo, ma l'uso del termine "programmatore" per definire il professionista informatico non è affatto uno sminuire, anzi: per me è un orgoglio potermi definire "programmatore" e posso assicurarti che tanti miei ex colleghi la pensano così.

Ti ringrazio per il tuo intervento.
Cordiali saluti

 anonimo - 15/06/08 - 13:02n. 3 

Grazie della risposta mi sento in dovere di ribadire che:
- 1500, 2000 euro io e molti miei colleghi non li abbiamo mai visti, forse ti riferisci a diplomati assunti prima del 2001, solo in quei casi le cifre da te citate possono essere corrette.

-  7000 euro al mese sono le cifre pagate dalle banche, di questo sono sicuro perchè ho sbirciato i contratti dato che mi occupavo proprio delle gestione documentale, e si arriva anche a 500 euro al giorno per ogni programmatore "affittato". Ovviamente non possono lavorare da casa ma devono scimmiottare i veri dipendenti della banca (orari ecc).
Faccio notare che questi programmatori non hanno ferie o malattie retribuite essendo cocopro.
Io stesso sono stato licenziato dopo un ricovero in ospedale di una settimana per una malattia molto grave.

- Non ritengo offensivo il termine programmatore è che la programmazione è solo un aspetto del nostro lavoro, È come chiamare "disegnatore" un ingegnere meccanico o "tagliatore" un chirurgo. Questo genera solo inutile confusione e alimenta l'abusivismo.

Io parlo con dati certi e non per sentito dire, poi si sa benissimo che molti programmatori pompano il loro attuale stipendio per vendersi meglio.


 Giuseppe Santonocito - 17/06/08 - 16:46n. 4 

I 1500-2000 euro cui mi riferivo sono stipendi attuali, al netto delle imposte.

Ripeto, non escludo i 7000, ma sostengo che andando avanti queste cifre saranno inevitabilmente destinate a ridimensionarsi, stante le ragioni che ti ho esposto.

Non sono un medico, ma dare a un chirurgo del "tagliatore" mi sembrerebbe poco meno che un insulto, a meno di escludere un già esistente e mutuo rapporto di confidenza con la persona in questione. Idem, e di questo invece sono sicuro, dando del "disegnatore" a un ingegnere meccanico: gli ingegneri spesso non eseguono nemmeno personalmente i disegni, esistono i disegnatori veri e propri per questo.

Invece, i termini "programmatore" e "informatico" possono essere considerati sinonimi. A meno di non volersi considerare un "analista", definizione che molti informatici non gradiscono.

A dispetto di tutto lo sforzo generato negli anni 80 e 90 dal movimento promotore del software engineering, infatti, che pensava di poter rendere industrializzabile il processo di produzione del software come se si trattasse di progettare un sistema elettronico o meccanico, idea alla quale anch'io per un breve periodo ho aderito, il software migliore è tutt'oggi e ancora il frutto di uno sforzo creativo che supera in importanza quello normativo: l'informatico è innanzitutto colui che sa programmare, ossia un programmatore.

Poi, si sa, ognuno pompa ciò che ritiene di poter o dover pompare, secondo coscienza.

Saluti
GS


Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it