Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Smetti di cercare l'anima gemella



Smetti di cercare l'anima gemella




Relazioni - 10/01/11

I guru dell'amore spendono grandi quantità di tempo dibattendo se gli opposti si attraggono o se il simile attrae il simile senza rendersi conto, apparentemente, di quanto scontati e vuoti tali proverbi possano essere.

Ragionare per proverbi non sempre riesce a spiegare la complessità del fenomeno dell'attrazione fra esseri umani.

Si deve cercare un partner con caratteristiche simili alle nostre oppure uno a noi complementare? La conclusione del progetto Pair Project (*), uno studio a lungo termine sulle coppie sposate condotto dalla University of Texas è: nessuna delle due.

La compatibilità intesa come similarità o complementarietà non sembra avere molto a che fare con il successo o il fallimento della coppia, secondo il fondatore del progetto, Ted Huston. La felicità di un matrimonio non è correlata ai gusti o alle caratteristiche di personalità che una coppia condivide o non condivide.

La compatibilità ha un solo ruolo specifico in amore, quello di campanello d'allarme: quando ci si comincia a chiedere se si è compatibili, significa che la relazione è diventata problematica. "Non siamo compatibili" significa in realtà: "Non andiamo d'accordo". Compatibilità significa solo che le cose stanno andando bene. È chiamare in altro modo il mistero dell'amore piuttosto che spiegarlo.

Secondo Robert Epstein, psicologo americano, ciò si deve al fatto che le relazioni durature e di successo sono costruite dall'interno. Egli cita ad esempio le culture con matrimoni combinati volontari, sostenendo che funzionerebbero con più frequenza di quelli non combinati.

Tutto ciò che ci vuole è solo che i partner diano alla propria unione la possibilità di funzionare. Passare anni a cercare qualcuno compatibile può trasformarsi, tanto per citare un altro proverbio, un classico modo di mettere il carro avanti ai buoi.

Bibliografia

O. Burkeman. 2011. The Guardian.





(*) The PAIR Project at the University of Texas at Austin.
Principal Investigator: Ted L. Huston.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni

Warning: file_put_contents(): Only 0 of 111 bytes written, possibly out of free disk space in /var/www/vhosts/giuseppesantonocito.it/httpdocs/prog/logger/log_access.php on line 18