Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Dottori su Facebook: attenzione alla privacy, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - società

Dottori su Facebook: attenzione alla privacy

società - 03/01/11 - 16:30

I dottori che hanno un profilo su Facebook potrebbero compromettere la relazione medico-paziente usando in modo improprio la configurazione della privacy.

Uno studio ha analizzato l'uso di Facebook da parte di circa 200 medici francesi. Il 73% di loro (circa 3 su 4) ha dichiarato di possedere un profilo sul social network. Di questi, 8 su 10 hanno dichiarato di essere presenti sul sito da almeno un anno. Chi ha detto di avere un profilo aveva in media un'età leggermente più bassa di quelli che hanno detto di non averlo.

Il 24% (uno su 4) è presente sul sito più volte al giorno, ma il 49% (circa la metà) solo una volta al giorno o più volte la settimana. Il resto erano utenti poco frequenti.

Circa la metà crede che la relazione medico-paziente cambierebbe se i pazienti scoprissero che il loro dottore sta su Facebook. Ma 3 su 4 hanno detto che tale cambiamento avverrebbe solo se i pazienti avessero accesso al profilo del dottore.

Il 97% (quasi tutti) rende visibili su se stesso informazioni sufficienti per essere identificato, inclusi nome e data di nascita. Il 91% mostra la propria foto. Il 55% (poco più della metà) mostra i loro ultimi post e il 59% rende pubblica l'università nella quale aveva studiato.

Il 61% (circa la metà) ha dichiarato di aver ritoccato almeno uno dei parametri di privacy di default, ma il 17% non ricordava di averlo fatto. Quelli che erano presenti sul sito da meno di un anno dichiaravano di aver fatto meno attenzione alla privacy e nel limitare la visibilità dei contenuti del proprio profilo.

Alcuni dottori (6%) hanno ricevuto richieste d'amicizia da parte di loro pazienti, ma solo pochi l'hanno accettata. Gli autori dello studio sostengono che tale richiesta è destinata a diventare più frequente. Circa l'85% dei medici intervistati ha detto che avrebbe rifiutato la richiesta, ma il 15% (uno su 7) valuterebbe caso per caso.

Le ragioni date per accettare la richiesta di un paziente includevano sentimenti di affinità verso di loro e paura dell'imbarazzo o di perdere il paziente in caso di rifiuto.

La necessità di mantenere una distanza professionale o il sospetto che il paziente possa essere interessato a una relazione sentimentale sono invece state le principali ragioni addotte per motivare il rifiuto.

Dicono gli autori: "Questo tipo emergente d'interazione risulta in una situazione eticamente problematica, perché non riguarda in modo diretto la cura del paziente. Inoltre le informazioni disponibili al pubblico sulla vita privata del dottore possono minacciare la fiducia del paziente verso quest'ultimo, venendo a conoscenza di fatti che non lo riguardano. I dottori devono essere consapevoli che commenti e immagini pubblicate online possono essere interpretate male al di fuori del loro contesto originale e non riflettere esattamente le opinioni e i comportamenti dell'autore nella vita reale. Inoltre, tali informazioni potrebbero diventare accessibili a persone cui non erano destinate".

Bibliografia

G. Moubarak, A. Guiot, Y. Benhamou, A. Benhamou, S. Hariri. 2010. Facebook activity of residents and fellows and its impact on the doctor-patient relationship. Journal of Medical Ethics.



Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it