Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Se ti senti impotente, meglio stare da solo



Se ti senti impotente, meglio stare da solo




Depressione - 25/12/10

Quando stiamo attraversando una situazione stressante su cui sentiamo di non avere controllo, meglio restare da soli.

Una ricerca del 2008 alla University of Haifa ha scoperto che i topolini da laboratorio, lasciati da soli in situazioni stressanti e incontrollabili che creano sensazioni d'impotenza, imparano a evitare successivamente situazioni simili meglio dei topi esposti in coppia alle stesse condizioni.

Le reazioni alle situazioni incontrollabili sono state estensivo oggetto di passate ricerche. Ad esempio, esposto a uno shock elettrico che non può evitare, come quando la scossa è trasmessa a tutto il pavimento della gabbia, il topo ha più difficoltà a imparare a evitarla dopo, quando può farlo, rispetto a un individuo mai esposto alla stessa situazione. Il fenomeno è noto come impotenza appresa: all'inizio il topolino tenta di reagire, ma dopo un certo tempo, avendo capito che non c'è nulla da fare, si ferma e subisce passivamente tutte le scosse. Anche se dopo gli sperimentatori inviano scosse solo a metà del pavimento, l'animale ha rinunciato e non tenta più di scoprire se spostandosi può evitarle.

Il meccanismo è analogo a quello della depressione reattiva: l'individuo tenta ripetutamente di risolvere un problema, ma alla fine rinuncia, abbandonando le speranze.

I ricercatori scelgono spesso i topi per questi esperimenti perché sono animali sociali come l'uomo e il loro cervello funziona in modo molto simile al nostro. Tuttavia, l'impotenza appresa è stata studiata finora utilizzando solo topi singoli.

Stavolta invece gli scienziati sono partiti dall'ipotesi che, essendo animali sociali, i topolini avrebbero imparato a essere più adattabili in situazioni sociali, in coppia con un loro simile. Invece i risultati sono stati proprio all'opposto.

I topi esposti alla situazione incontrollabile insieme a un compagno sono stati meno abili nell'evitarla successivamente, quando la scossa arrivava solo a metà del pavimento della gabbia, rispetto a quando erano da soli.

In una fase successiva l'esperimento ha valutato l'influenza di
topi mai esposti alla situazione incontrollabile, accoppiandoli ad altri che invece vi erano stati esposti. Queste coppie "miste" hanno mostrato una maggior adattabilità rispetto alle coppie dove entrambi i topi avevano appreso a sentirsi impotenti. Sono emerse inoltre poche differenza fra le coppie miste e quelle composte da topi mai esposti a impotenza appresa. In altri termini, l'impotenza appresa può essere cancellata.

Riassumendo, se dovessimo applicare tutto ciò agli esseri umani:
Puntole situazioni stressanti e incontrollabili è meglio affrontarle da soli;
Puntodovendo proprio avere compagnia, meglio qualcuno mai passato prima per la stessa esperienza;
Puntol'impotenza appresa si può cancellare.

In psicologia, il concetto di empowerment (potenziamento) si riferisce proprio alla possibilità di aiutare le persone a superare le sensazioni d'impotenza, formatesi ad esempio a causa di un ambiente sociale percepito come ostile.

Bibliografia

Q. Agbaria & R. Shuster. 2008. If You're Feeling Helpless, It May Be Best To Be Alone. University of Haifa.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni