Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Invecchiando arrivano stabilità emotiva e felicità, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - società

Invecchiando arrivano stabilità emotiva e felicità

società - 01/11/10 - 10:02

Anche nel nostro paese, gli anziani sono in aumento. Molti temono che entro breve avremo una società invecchiata, con tanti anziani disabili e pochi giovani che si prendono cura di loro e che contribuiscono alla produttività. Tali preoccupazioni sono legittime, ma un nuovo studio a Stanford mostra che la vecchiaia porta vantaggi.

Via via che invecchiamo, tendiamo a diventare più stabili emotivamente e ciò si traduce in una vita più lunga e produttiva, che offre più vantaggi che svantaggi, sostiene l'autore. I problemi emotivi scottanti diventano più semplici da risolvere con l'età. Con l'aumento dell'età media, potremo assistere a un maggior numero di persone che riesce ad andare d'accordo con altre. L'aumento dell'età media, pertanto, potrebbe portare a un mondo più tranquillo e compassionevole.

In un arco di tempo compreso fra il 1993 e il 2005, gli autori hanno seguito 180 soggetti fra 18 e 94 anni. Per una settimana, ogni 5 anni i partecipanti portavano con sé un cercapersone, e dovevano rispondere a una serie di domande quando la suoneria si attivava. I test periodici avevano lo scopo di verificare quanto la persona si sentisse felice, soddisfatta e a proprio agio in quel momento.

Le ricerche precedenti si erano concentrate sul livello di felicità in relazione all'età, ma questo è il primo studio longitudinale, ossia che ha seguito per molti anni i soggetti, a verificare come la felicità cambiasse con l'età.

I quesiti cui volevano dar risposta i ricercatori erano da tempo nella testa degli studiosi del mondo sociale. Gli anziani di oggi sono felici solo perché hanno avuto la fortuna di vivere durante un periodo di sviluppo socio-economico favorevole? Oppure tutte le persone, sia nate nei periodi di boom che durante una recessione, hanno dentro loro stesse le risorse per arrivare alla vecchiaia sorridendo?

I risultati, secondo gli autori, mostrano che non importa in quale periodo economico si nasce. In generale, le persone diventano più felici man mano che invecchiano. Anno dopo anno, i soggetti più anziani hanno riportato meno emozioni negative e più positive, in confronto ai loro anni più verdi.

Tuttavia, avanzando con l'età le persone riportano più facilmente mix di emozioni positive e negative, perché diventano più consapevoli al problema della morte. Perciò, quando sperimentiamo un momento meravigliosamente felice, ci rendiamo conto che la vita è fragile e che un giorno finirà. Ma quest'alternanza di emozioni è un bene, perché è indice di forte salute emotiva ed equilibrio.

Il leader dello studio, la professoressa Carstensen, sostiene che l'età porta a una maggior selettività socio-emotiva, un modo scientifico per dire che quando ci si rende conto che il tempo è limitato, si tende a investire nelle cose davvero importanti.

Mentre adolescenti e giovani adulti sperimentano più frustrazione, ansia e delusione per risultati agli esami, obiettivi di carriera e trovare l'anima gemella, le persone più anziane tipicamente hanno fatto pace con dritti e rovesci che la vita ha posto loro di fronte. In altre parole, hanno meno ambiguità con cui stressarsi.

Tutto ciò suggerisce che l'invecchiamento della società potrebbe portare più vantaggi che svantaggi. Se le persone diventano più sagge invecchiando, anche le società più anziane dovrebbero essere più sagge e gentili di quelle giovani.

E che dire, dello stereotipo del "vecchio brontolone"?

"Molti vecchi brontoloni non sono altro che giovani brontoloni invecchiati", dice Carstensen. "L'età non fa diventare brontolone chi è sempre stato spensierato, da giovane."

Bibliografia

L. Carstensen. 2010. Getting older leads to emotional stability and happiness, study shows. Stanford University.



Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it