Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Il dolore se ne va quando arriva l'amore, Psicologo Firenze, Novità & commenti
   
Chiama questo numero per informazioni su psicologo Firenze

novità & commenti - neuroscienze

Il dolore se ne va quando arriva l'amore

neuroscienze - 15/10/10 - 12:18

Sentimenti d'amore intensi e appassionati possono fornire uno stupefacente sollievo dal dolore, simile a quello degli antidolorifici o di sostanze illecite come la cocaina, secondo un nuovo studio alla Stanford University.

Quando ci si trova nella fase appassionata dell'amore, avvengono significative alterazioni all'umore, che influenzano l'esperienza soggettiva del dolore. I ricercatori stanno iniziando a capire il funzionamento di questo sistema cerebrale molto profondo e antico, legato alla dopamina.

Ciò non significa che ai pazienti con dolore cronico verrà suggerito di gettar via gli antidolorifici e sostituirli con una relazione d'amore appassionato. Tuttavia, la speranza dei medici è che una migliore comprensione di questi meccanismi possa portare a nuovi metodi per alleviare il dolore.

Le aree del cervello attivate dall'amore intenso sono le stesse su cui i farmaci antidolorifici agiscono. Quando pensiamo al nostro amato, si produce un'intensa attivazione di queste aree, le stesse che si attivano assumendo cocaina o come conseguenza dell'aver vinto un sacco di soldi.

L'idea per questo studio nacque alcuni anni fa in un convegno di neuroscienze, dall'incontro fra un esperto nello studio dell'amore e un esperto di ricerca sul dolore. L'uno parlava di dolore, l'altro di amore e, mentre discutevano, si resero conto che questi due sistemi, da un punto di vista cerebrale, sono in gran parte sovrapponibili. La logica domanda fu: è possibile che s'influenzino l'uno con l'altro?

Lo studio si è concentrato solo sulla fase precoce dell'amore appassionato, dove si è euforici, pieni d'energia, si pensa ossessivamente all'amato e se ne brama la presenza. Quando l'amore è in questa fase, può essere assimilato in un certo senso a una dipendenza. Per questo, gli scienziati si sono chiesti fino a che punto poteva spingersi la similarità, dato che anche la dipendenza da sostanze poggia sul sistema dopaminergico. La dopamina è il neurotrasmettitore associato al sentirsi bene.

I soggetti dello studio erano studenti universitari, cui è stato chiesto di portare con sé due foto: una del proprio amato, e un'altra di un conoscente ugualmente attraente. Le foto sono poi state fatte vedere ai soggetti per brevissimi istanti da uno schermo, mentre uno stimolatore piazzato nel palmo della loro mano forniva un piccolo stimolo termico doloroso. Il cervello dei soggetti veniva analizzato da una macchina per RMN funzionale.

È stato anche verificato il sollievo dal dolore per distrazione, ad esempio mediante la frase: "Pensa a uno sport dove non servono palle", poiché la ricerca precedente ha dimostrato che la distrazione può causare sollievo dal dolore. I ricercatori volevano essere sicuri che l'amore non fosse solo una specie di distrazione.

I risultati hanno rilevato che entrambe la distrazione e l'amore provocano sollievo dal dolore, a un livello molto maggiore del solo concentrarsi sulla foto del conoscente attraente, ma è stato interessante rilevare che i due metodi seguono percorsi cerebrali diversi.

Nella distrazione, il sollievo è in gran parte cognitivo. Il sollievo si associa a un'aumentata attivazione delle aree corticali del cervello, le più recenti. L'analgesia prodotta dall'amore, invece, è dovuta ai centri di ricompensa più primitivi, che attivano strutture profonde in grado di bloccare il dolore a livello spinale – in modo simile agli oppioidi.

Bibliografia

J. Younger, A. Aron, S. Parke, N. Chatterjee, S. Mackey. 2010. Viewing Pictures of a Romantic Partner Reduces Experimental Pain: Involvement of Neural Reward Systems. PLoS ONE.



Lascia il tuo commento:

I commenti sono visualizzabili liberamente dai visitatori, ma per inserirli è necessario fare il login dopo aver completato la procedura di registrazione.



psicoterapia e consulenza breve

Psicologo Firenze e Signa, Psicoterapia breve e consulenza psicologica


Può trattarsi di attacchi di panico, disturbi alimentari, della cura della depressione, di una coppia di genitori che non riesce a comunicare con il figlio adolescente. O di una terapia di coppia per incomprensione fra partner. O del ragazzo che a scuola non rende come dovrebbe e ha difficoltà a fare nuove amicizie. Oppure di qualcuno che non soffre di una patologia, ma avrebbe bisogno di consulenza od orientamento su una questione specifica.

Psicoterapia breve e consulenza psicologica a Firenze e Signa

Alcune persone si rassegnano a combattere per anni con questi problemi, oppure se ne ritrovano all'improvviso sopraffatte senza aspettarselo. "Tanto capita sempre agli altri".

A volte si è riluttanti all'idea di cercare aiuto per sbarazzarsi delle sensazioni, degli stati emotivi e dei pensieri che tengono bloccati, impedendo di progredire.

Nei miei studi di psicologo a Firenze e Signa, questo è un commento frequente che ascolto: "Sa, dottore, per me è stato così difficile decidermi a venire... l'ho fatto proprio perché non potevo farne a meno, altrimenti non sarei venuto".

Se questo è il tuo dilemma, ecco una semplice domanda. Quale delle due alternative è preferibile:

1.non cercare aiuto, e continuare a tentare di risolvere il problema nello solito modo, anche se finora non ha funzionato, oppure:
2.cercare l'aiuto professionale di un esperto, dando a se stessi una nuova possibilità?

A questo proposito la ricerca dice che le persone che cercano aiuto per le difficoltà psicologiche stanno meglio dell'80% di coloro che non lo fanno e che i cambiamenti ottenuti sono durevoli (Lambert e altri, 2002).

Scopri come la terapia breve strategica può aiutarti a migliorare le relazioni con le altre persone, risolvere i problemi psicologiche e personali e migliorare la qualità della vita.

Giuseppe Santonocito è psicologo psicoterapeuta e riceve a Firenze e Signa, vedi la sezione contatti.

Altri comuni limitrofi serviti sono Calenzano, Campi Bisenzio, Carmignano, Empoli, Fiesole, Lastra a Signa, Montelupo Fiorentino, Poggio a Caiano, Prato, Scandicci, Sesto Fiorentino.

Leggi ulteriori informazioni sull'intervento.

Leggi anche l'articolo sul problem solving strategico.

Bibliografia:

Lambert M J, Vermeersch D A, 2002. Effectiveness of Psychotherapy. In Elsevier Encyclopedia of Psychotherapy, 709-714, Elsevier Science, USA.



Contatta lo psicologo

I campi contrassegnati dall'asterisco sono richiesti.

Richiesta:  * 
 
Nome:  * 
 
Cognome:  * 
 
Email:  * 
 
Note:  

Codice di sicurezza - Che cos'è?Inserisci il codice di sicurezza visualizzato * 

Autorizzo il trattamento di questi dati ai sensi della Legge 196/03 sulla riservatezza.





Dove riceve Giuseppe Santonocito

Psicologo Firenze
Centro Italiano Fertilità e Sessualità S.r.l.

Via della Fortezza 6 - 50129 Firenze
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze: C.I.F.S. Via della Fortezza 6

Psicologo Firenze
Studio privato a Signa

Via della Manifattura 7/A - 50058 Signa (FI)
tel. 329 4073565

Clicca sulla mappa per aprirla:

Psicologo Firenze, studio di Signa: Via della Manifattura 7/a



leggi tutti gli articoli, le novità e i commenti


Tutte le novità e i commenti



articoli monografici


PuntoPsicologia clinica
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia del lavoro/organizzazioni
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto

PuntoPsicologia in generale
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto
Punto



su medicitalia.it

Giuseppe Santonocito risponde gratuitamente su:

Medicitalia.it