Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
I videogiochi allenano il cervello ai compiti difficili



I videogiochi allenano il cervello ai compiti difficili




Neuroscienze - 28/09/10

Giocare ai videogiochi per ore può allenare vostro figlio a diventare specialista in chirurgia endoscopica, un giorno, secondo un nuovo studio. La riorganizzazione delle reti corticali nei ragazzi con significativa esperienza nei videogiochi, dà loro un vantaggio non solo nel videogioco, ma anche nell'esecuzione di delicati e complicati compiti che richiedono elevate abilità visuo-motorie.

La ricerca ha confrontato un gruppo di ventenni che nei 3 anni precedenti aveva videogiocato per almeno 4 ore la settimana, con un altro gruppo di ragazzi senza esperienza di videogiochi. I soggetti sono stati sottoposti a risonanza magnetica funzionale, con la richiesta di completare dei test visuo-spaziali a difficoltà crescente.

La risonanza magnetica ha permesso d'individuare con precisione le aree cerebrali attivate in risposta agli stimoli, durante l'esperimento. È emerso che i giovani senza esperienza di videogiochi utilizzavano principalmente la corteccia parietale, ossia la parte di corteccia tipicamente coinvolta nei compiti di coordinazione occhio-mano, mentre i giocatori con esperienza mostravano maggior attività anche nella corteccia prefrontale.

Il fatto che il cervello riesca a riorganizzare e a estendere il suo funzionamento, in seguito a un allenamento di tipo visuo-spaziale, è rilevante anche in malattie come l'Alzheimer, i cui pazienti devono lottare ogni giorno per compiere anche i più semplici compiti di coordinazione occhio-mano.

Gli autori affermano che in futuro potrebbe essere interessante studiare quali cambiamenti avvengano, nel cervello, a seconda di quale tipo di videogioco è stato usato, al variare del numero di ore di allenamento, e anche lo studio delle videogiocatrici, essendo già stato rilevato che gli schemi di funzionamento cerebrale sono diversi fra ragazzi e ragazze.

Bibliografia

J. A. Granek, D. J. Gorbet and L. E. Sergio. 2010. Extensive video-game experience alters cortical networks for complex visuomotor transformations. Cortex.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni