Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
L'ansia può essere alla base dell'estremismo religioso



L'ansia può essere alla base dell'estremismo religioso




Società - 13/07/10

Ansia e incertezza possono farci diventare più idealisti e più radicali nei nostri credo religiosi, secondo un nuovo studio.

In una serie di esperimenti, più di 600 partecipanti sono stati posti in condizioni di ansia oppure neutre, e poi intervistati per descrivere  i loro obiettivi personali e il grado di convinzione riguardo ai loro ideali religiosi. Fra le altre cose, veniva loro chiesto se sarebbero stati disposti a dare la vita per la loro fede, o a partecipare a una guerra in sua difesa.

In tutti gli esperimenti, le condizioni ansiogene hanno fatto sì che i partecipanti diventassero più convinti e più sicuri dei loro ideali. In uno di questi esperimenti, si è visto che rimuginare su un dilemma personale provocava una spinta verso obiettivi personali più ideali. In un altro, lottare per risolvere un esercizio matematico particolarmente difficile provocava un'impennata di estremismo religioso. In un altro ancora, riflettere sull'incertezza di alcune relazioni causali provocava la stessa reazione di aumento di passione religiosa.

I ricercatori hanno visto che questi scatti di zelo religioso erano più marcate nei soggetti con personalità definita "audace" - data da tratti come alta autostima, propensione all'azione, desiderio di ottenimento e tenacia - ma suscettibili di provare ansia e che si sentivano senza speranza rispetto ai loro obiettivi personali nella vita.

Un processo motivazionale elementare, denominato Reactive Approach Motivation (RAM), traducibile con motivazione reattiva d'approccio è stato trovato alla base del fenomeno. La motivazione d'approccio è uno stato di tenace motivazione, puntato verso un obiettivo ristretto e definito. La persona, in questo stato, si sente potente e attivata, e tutti i pensieri e percezioni non correlate all'obiettivo recedono.

La motivazione d'approccio reattivo (RAM), invece, è un processo adattivo di regolazione che orienta le persone verso obiettivi alternativi quando il perseguimento di quello principale subisce una battuta d'arresto, magari a causa di qualche ostacolo. Le persone possono però ricorrere al RAM anche per alleviare l'ansia. Semplicemente promuovendo ideali e convinzioni nella propria mente, si focalizza la propria motivazione lontano dalla situazione ansiosa, e si acquista serenità.

I ricercatori hanno misurato anche le credenze superstiziose dei partecipanti e la deferenza nei confronti del loro dio, per distinguere il vero zelo religioso da forme più blande di devozione. Le minacce che provocano ansia, a volte fanno diventare paranoici e più sottomessi alle forze superiori, ed era necessario escludere questo tipo di situazione dai risultati. È emerso che l'incertezza ansiosa non aveva effetto né sulla superstizione né sulla sottomissione religiosa.

In sostanza, mettendo insieme tutti questi risultati, emerge che le persone audaci ma vulnerabili gravitano attorno a ideali religiosi estremi come mezzo per alleviare la loro ansia.

Bibliografia

I. McGregor, K. Nash, N. Mann, C. E. Phills. 2010. Anxious uncertainty and reactive approach motivation (RAM). Journal of Personality and Social Psychology.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 14/08/18
Video 28/06/18
Media 07/03/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni