Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
QI alti correlati a un più basso rischio di mortalità



QI alti correlati a un più basso rischio di mortalità




Società - 03/07/10

Uno studio condotto su un milione di maschi svedesi ha rivelato un forte legame fra abilità cognitive e rischio mortalità, suggerendo che le iniziative per migliorare il livello d'istruzione potrebbero avere ricadute benefiche sullo stato di salute dei cittadini.

I dati provengono dall'archivio dei soldati di leva coscritti in Svezia all'età di 18 anni. Dopo aver tenuto conto delle diversità di condizioni familiari e sociali, è stato visto che solo l'istruzione aveva un ruolo sulla relazione fra QI (quoziente d'intelligenza) e mortalità, per cause come incidenti, attacchi cardiaci o suicidio.

I ricercatori affermano che il legame fra QI e mortalità potrebbe parzialmente essere spiegato con i comportamenti meno rischiosi e più salutari mostrati da chi ottiene punteggi migliori ai test d'intelligenza. Infatti, le persone con un alto QI tendono a fumare meno, a non bere fortemente, adottano regimi alimentari migliori e sono più attive fisicamente.

Studi precedenti avevano mostrato che l'istruzione prescolare e una nutrizione adeguata durante l'infanzia possono migliorare i punteggi di QI. Lo studio suggerisce che ciò potrebbe quindi avere ricadute importanti sulla salute e sulla durata di vita.

Un studio successivo dello stesso autore, condotto su 4000 soldati americani seguiti per 15 anni, ha rivelato esattamente gli stessi risultati.

Bibliografia

Batty et al. IQ in Early Adulthood, Socioeconomic Position, and Unintentional Injury Mortality by Middle Age: A Cohort Study of More Than 1 Million Swedish Men. American Journal of Epidemiology, 2008.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni