Questo sito può funzionare solo con JavaScript abilitato.
Verificate nel vostro browser le opzioni di abilitazione di JavaScript.

www.giuseppesantonocito.it
Gli estranei la sanno più lunga di noi



Gli estranei la sanno più lunga di noi




Relazioni - 07/12/09

Vuoi sapere cosa può farti felice? Chiedi a un completo estraneo.

Almeno questo è ciò che dice uno studio della Harvard University: l'esperienza altrui è spesso molto più informativa di quanto possiamo pensare.

Lo studio appare nell'ultimo numero di Science ed è stato condotto da D. Gilbert, professore di psicologia a Harvard e autore del bestseller del 2007 Stumbling on happiness (Inciampare nella felicità, Ndt) e collaboratori.

"Se vuoi sapere quanto una certa esperienza ti darà soddisfazione e ti piacerà, è molto più sicuro chiedere a qualcun'altro che ci è già passato, piuttosto che avere delle conoscenze sull'esperienza stessa", dice Gilbert. "Invece di chiudere gli occhi e immaginare il futuro, dovremmo esaminare l'esperienza di chi c'è già stato".

La precedente ricerca in psicologia, neuroscienze ed economia comportamentale aveva mostrato che le persone hanno difficoltà a predire quanto una certa cosa piacerà loro, e che questo le porta a fare molte scelte sbagliate. Gli interventi mirati a migliorare la precisione con la quale gli individui immaginano gli eventi futuri non hanno avuto in generale molto successo.

Così, invece di cercare di migliorare l'immaginazione, Gilbert e collaboratori hanno provato a toglierla dall'equazione, chiedendo di predire quanto sarebbe stato piacevole un evento futuro del quale i partecipanti non sapevano assolutamente nulla, eccetto quanto a un estraneo esso era piaciuto. E per incredibile che possa sembrare, quelle persone sono state in grado di effettuare delle precisioni estremamente precise.

In un esperimento due gruppi di donne hanno predetto quanto sarebbe piaciuto loro un incontro di tipo speed date con un uomo. Alcune donne leggevano il profilo dell'uomo e vedevano la sua fotografia, mentre altre donne non sapevano assolutamente di lui, eccetto quanto a un'altra donna - che non avevano incontrato - era piaciuto uscire con quell'uomo.

Le donne che hanno saputo dell'esperienza di altre donne estranee hanno predetto molto meglio delle donne che avevano il profilo e la foto.

La cosa interessante è che entrambi i gruppi si aspettavano erroneamente che foto e profilo avrebbero permesso un maggior grado di precisione. Inoltre, dopo l'esperimento entrambi i gruppi hanno detto che avrebbero comunque preferito molto di più avere foto e profilo per il loro prossimo appuntamento.

Bibliografia

D. Gilbert et al. 2009. Harvard University. Stranger Knows Best: Other People Know More About What Will Make Us Happy Than We Do.
CONDIVIDI

         


Categorie:




Articoli recenti:


Società 13/12/18
Società 14/08/18
Video 28/06/18


Archivi:




Se ti è piaciuto il contenuto di questa pagina, invia la tua email per restare aggiornato tramite newsletter:







Link:

MAPPA DEL SITO

PRIVACY POLICY
Mi trovi su:

FACEBOOK

TWITTER

LINKEDIN
Usiamo i cookies ai sensi del Regolamento (UE) 2016/679 (GDPR) per rendere più personale la tua esperienza di navigazione.
Continuando la navigazione nel sito o cliccando "Accetto" darai automaticamente il tuo consenso.


Accetto


Cliccare qui per ulteriori informazioni